Polo Museale Antonio Cordici

Il 16 dicembre 2011 con un nuovo nome, il museo fu trasferito nei locali dell'ex Polo Umanistico, suddiviso in varie sezioni: archeologica con reperti d'età preistorica, elima, punica, greca e romana, tra questi il più rappresentativo, la testina di Afrodite in marmo del IV sec a.C. ed infine una collezione numismatica; arti decorative contenente beni religiosi ottenuti dalla soppressione delle corporazioni religiose, tra cui: paramenti sacri, il paliotto, manufatti in cero plastica e il presepe in alabastro del XVIII sec.; storica artistica con l'annunciazione di Antonello Gagini del 1525 e vari dipinti di pittori siciliani; contemporanea con dipinti donati dalla Salerniana e infine una mostra di armi dell'impero Austro-Ungarico, garibaldine, bianche, da caccia e della prima guerra mondiale.


Lascia un commento